Pubblicato in: Makeup, Viso e Corpo

Makeup..in Stick

25 April 2016

 

I Coreani inventano e noi importiamo. Questa è l’ultima tendenza in fatto di beauty trend e innovazione del settore. E diciamolo pure, i Coreani sono molto più avanti di quanto l’industria Italiana o Francese (che hanno l’industria più forte in fatto di cosmesi per antonomasia) non sia stata negli ultimi anni in fatto di sviluppo e tecnologia nel mondo della bellezza.

L’ultima trovata di cui vi parlo oggi è quella dei prodotti in stick. Mentre scrivevo l’articolo o meglio mentre pensavo al modo migliore per descriverlo e presentarvelo, ho pensato agli innumerevoli vantaggi di questi prodotti soprattutto quando si viaggia per uno short break con una compagnia low cost e solo con un bagaglio a mano. Si sa in queste situazioni, lo spazio è fondamentale nel bagaglio cosi pure come limitato è il numero di liquidi che si possono portare con sè. I prodotti in stick sono la risposta a questo inconveniente che per beauty addicted e makeup lovers è un “grave” problema.

Quali sono i prodotti in stick che tradizionalmente non lo sono? E cosa ci presenta il mercato?

Da dove cominciare. Diciamo che se penso a stick, penso al deodorante. Riduttivo non è vero? Il mercato oggi ci offre una vasta gamma di prodotti che sembrano molto interessanti.

Clinique Chubby Sticks
Clinique Chubby Sticks

Tanto per cominciare, tra le ultime uscite della Clinique ci sono i famosi Chubby Sticks. Pionieri sono stati i lip colours e lip balms per poi passare a fondotinta, correttori e illuminanti, tutti rigorosamente in Chubby Stick, ovvero una sorta di matitone grande che appena applicato sulla pelle col suo calore diventa malleabile e facile da sfumare. Io non li ho ancora provati, però il packaging è accattivante e sembrano anche abbastanza facili da usare. Voi li avete provati? Cosa ne pensate?

Anche altre marche costose, come Makeup Forever, Lancome e Bobby Brown hanno la loro versione di fondotinta in stick. Il fondotinta in stick non è una novità a tutti gli effetti. Io ricordo quando ero giovane in Sardegna venivano venduti. Ciò che credo sia cambiato e, spero, migliorato nel tempo sia la formulazione e tenuta nonchè l’adattabilità alle diverse tipologie di pelle e necessità individuali.

Marc Jacobs - Stick - Corrector - 3 Colori
Marc Jacobs – Stick – Corrector – 3 Colori

Marc Jacobs invece ci presenta delle varietà di correttori in stick che mi fanno impazzire solo a guardarli, sono presenti in tre colorazioni in base alle esigenze. Anche i primer di questi tempi sono in stick, ho visto infatti il Pore Vanishing di Estee Lauder e il Porefessional di Benefit (questo ce l’ho e secondo me è da provare) che trovate entrambi da Sephora.

the-porefessional-license-to-blot-hero

Per quanto riguarda i blush, ne ho visti diversi da Dior a Burberry passando per Nars. Di questi, ho notato anche le versioni multiuso di stick che possono essere usati sia per labbra sia per guance e occhi come appunto The Multiple di Nars, che ha un effetto matte.

 

Nella sezione high street o prodotti di profumeria, invece ho visto alcune versioni di fondotinta in stick come il Fit Me di Maybelline e il Pan Stick di Max Factor. Mentre tra i blush, ho notato i Giant Blush di Gosh Cosmetics.Foundation in Stick

Kiko Cosmetics invece ha tra i suoi scaffali il Radiant Touch Creamy Stick Highlighter. Sono certa proporrà presto anche il concealer. Mentre Wycon propone il Matte Stick, il primer per la zona T del viso, ma anche highlighter, concealer e blush, tutto rigorosamente in stick!

Ma la vera novità dei prodotti in stick risiede nella skincare, ho visto infatti sia una crema idratante sia due versioni di detergente per il viso.

Pore Sebum Control Caolin
Pore Sebum Control Caolin

La crema idratante in questione è il Pore Sebum Control Moisture Stick di Caolin che costa 16$, è una crema idratante e minimizza i pori, si puo’ usare sia prima sia dopo il makeup.

Per quanto riguarda il detergente in stick, ho notato sul sito della Sephora il Charcoal Deep-Pore Cleansing Stick Treatment di Boscia che costa 28$ di cui ho sentito parlare molto bene. Si applica direttamente sul viso bagnato e rimuove tutte le impurita’ grazie al carbone attivo. A questo si aggiunge un altro prodotto Coreano della Soko Glam il SUM 47. Soko Glam e’ una delle aziende più trendy in Corea che ha presentato e vinto diversi premi per questo detergente solido in stick e uscito nel 2014. E’ naturale al 100% e dal sito si evince che siano presenti anche petali di rosa. Per la sua delicatezza, e’ indicato per tutti i tipi di pelle. Se volete acquistarlo ecco il link qui.

Detergenti in stick
Detergenti in stick

Non mi meraviglierebbe scoprire che presto venderanno anche shampoo e maschere per il viso in stick! Sono certa che questo sarà un trend che si svilupperà e gli scaffali si popoleranno di scelte di prodotti in stick.

 

  • Beh di certo il vantaggio più grande sta nel fatto che siano pratici e comodi da portare in borsetta o in viaggio.
  • Non sporcano o e non si rischiano perdite in borsa.
  • Essendo in stick e compatti non si avranno problemi ai controlli di sicurezza all’aeroporto.
  • Sono facili da applicare e sfumare e credo siano alla portata anche delle mani meno esperte
  • Si evitano sprechi perchè il dosaggio è più facile da gestire e da applicare

L’unico dubbio che mi assale riguarda la qualità di questi prodotti e quanto effettivamente siano validi. È presto per dirlo fino a quando non li proverò di persona!

Alla domanda se ne abbiamo bisogno, direi che nulla e’ indispensabile e tutto ci serve quando si tratta di bellezza e makeup, quindi perche’ no? Ben vengano tutti i prodotti che possono rendere la vita più semplice e più praticita’ nell’usarli!

Voi cosa ne dite? Avete mai provato dei prodotti in stick? Vi incuriosiscono come succede a me?

Ciao Stelline alla prossima e grazie per aver letto l’articolo

Laura

 

Autore:

Un'appassionata di bellezza a Londra. Vi porterò a conoscere il mondo della bellezza londinese, dalle innumerevoli possibilità di scelta su prodotti, accessori, negozi, centri di bellezza parlando anche un pochino di gossip. Per tutte le Italiane e non che sognano e amano Londra. Per tutte coloro che ci vivono stabilmente o ci verranno di passaggio.

7 pensieri riguardo “Makeup..in Stick

      1. sì anche…Kryolan, ad esempio, ha tantissimi fondi in stick o cialda (sono evidentemente più pratici per il trucco teatrale). Io, se non erro, ho solo un fondo in stick, assolutamente non pratico ed igienico se si trucca qualcun altro però :/

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...