Pubblicato in: Londra, Bellezza e Dintorni, Tag

Tag: Cosa c’e’ nella mia borsa!

31 Marzo 2015

wpid-wp-1427011898532.jpeg
Quello che vi presento oggi è un tag che spero piaccia a tutte voi.

Vedo spesso bloggers e vloggers che parlano di cosa portano con sé nella loro borsa ogni giorno e stavo per scrivere qualcosa di simile. Tuttavia, a un certo punto mi sono detta che alla fin fine mi piacerebbe sapere cosa le altre ragazze portano con sé, che suggerimenti mi possono dare e cosa e’ utile avere con se. Ecco nato il Tag Cosa c’e’ nella mia borsa!

Le regole sono molto semplici

  1. Ricordate di menzionare e ringraziare chi ha creato il tag e chi vi ha nominato
  2. Scegliete e spiegate quali prodotti portate sempre con voi nella vostra borsetta
  3. Nominate almeno 5 altre bloggers e informatele del tag

Ringrazio me stessa ma soprattutto la mia curiosità e voglia di sapere! Forse dovrei smetterla di curiosare nelle abitudini di bellezza delle altre donne! ahah

I prodotti che porto sempre con me sono

    • Un disinfettante per le mani del tipo Cuticura, si perche sono un po compulsiva!
    • La crema per le mani e al momento ho la Dove pro age e
    • L’olio on-the-go per le cuticole di Opi Avoplex, perche le mie mani fanno spesso piangere per come sono secche!
    • Una limetta per le unghie, per le emergenze!
    • Salviettine assorbi-sebo per il viso e al momento ho quelle di Boots, perche altrimenti sembro uscita dalla sauna!
    • Un balsamo per le labbra e al momento ho il Baby Kiss di Maybelline, perche labbra belle e morbide non sono solo belle da vedere ma da baciare!!
    • I miei elastici per capelli di twist band, per le emergenze
    • Fazzolettini di carta, perche non si sa mai!
    • Il mio ipod, non posso vivere senza Musica
    • La mia Oyster card, altrimenti a Londra non ci si muove con i mezzi pubblici

A questo punto, vorrei nominare le seguenti bloggers

Vediamo un po’ cosa ci portiamo ogni giorno con noi e cosa in realtà dovremo lasciare tranquillamente a casa! La nostra spalla ci ringrazierà!

Attendo con ansia i vostri commenti e idee

Che il tag abbia inizio.

Pubblicato in: Capelli, The Point of reView: Blogger Club

The Point of reView: Shampoo al miele della Garnier

28 Marzo 2015

The Point of reView: Blogger Club
The Point of reView: Blogger Club

Questa è la prima vera e propria recensione del gruppo The Point of reView, un’iniziativa che, come sapete, sta andando avanti da qualche settimana ormai e che vede la collaborazione di cinque ragazze, tra cui Sara di Mi Piace un Tot, Francesca di Trucco Senza Inganno, Francesca di Cerambijoux e Kami di Un’estetista tra i Mulini.

Se avete perso i primi articoli, questo è il link  per rileggere tutti i post precedenti nel mio blog e che rimanda alle altre bloggers.

Questa settimana parliamo di Garnier e in particolare della linea Ultra Dolce Tesori di Miele, che come avevo detto in precedenza in un articolo, qui a Londra la linea si chiama Garnier Ultimate Blends – Honey Treasures – Strenght Restorer.

Garnier Ultimate Blends – Honey Treasures
Garnier Ultimate Blends – Honey Treasures

Lo shampoo in particolare è stato scelto da Francesca di Cerambijoux, che lo ha suggerito perché n’e’ stata colpita qualche settimana fa.

Della linea Garnier Ultimate Blends – Honey Treasures ho acquistato sia lo shampoo da 200 ml che ho trovato da Boots al prezzo di 2.89£, sia il balsamo delle stesse dimensioni e stesso prezzo. In commercio ho visto anche la maschera trattante e il siero riparatore.

Di garnier Ultimate Blends ho acquistato anche il balsamo e la maschera riparatrice all’olio di avocado e burro di karité, perche le ho trovate in offerta da Boots e ve ne parlero’ tra qualche settimana.

Ora veniamo allo shampoo al miele. Innanzitutto i suoi ingredienti sono per lo più naturali a base di Propoli, Miele e Pappa reale. E’ indicato per chi ha capelli fragili e che si spezzano facilmente e in generale, per chi ha bisogno di rafforzarli.

Per ulteriori informazioni sull’INCI vi rimando al post di Cerambijoux qui.

Secondo me, ha un ottimo colore e un profumo meraviglioso, che sa di vaniglia molto dolce. La consistenza è giallo-cremosa.

Premesso che io in genere non amo molto i prodotti da banco per i miei capelli. La ragione è perche ho capelli molto particolari e problemi specifici: cuoio capelluto che si secca e irrita facilmente, capelli crespi e secchi, nonché ricci e sfibrati, caduta rapida.

Tuttavia devo dire che questa linea non mi dispiace come pensavo e anzi mi sono leggermente ricreduta. La fragranza mi piace particolarmente e rimane per almeno qualche giorno sui capelli. Inoltre, effettivamente lascia i capelli morbidi. La confezione, i colori e il packaging sono davvero accattivanti a mio avviso. Inoltre, tutti i prodotti della linea sono particolarmente economici, il che significa che si possono avere quattro prodotti sotto 15£!

Ho purtroppo delle note dolenti. In primo luogo, non mi sembra che questa linea aiuta a nutrire il capello in profondità ma sembra quasi che il prodotto rimanga solo nella parte esterna del capello, quasi si adagiasse piuttosto che penetrare a fondo. Inoltre, non aiuta a definire i ricci, ma questi tendono a scivolare via e a rendere i capelli mossi.

In genere io uso un nocciolo di shampoo per fare una schiuma sufficiente, con questo invece mi sembra di doverne usare di più per avere abbastanza schiuma. Il balsamo è venduto proporzionalmente con meno prodotto perche si sa si usa più balsamo che shampoo!

Morale della storia: credo che simili prodotti siano indicati per chi ha capelli normali e possibilmente lisci, senza gravi problemi o condizioni da trattare. Il loro prezzo è davvero alla portata di tutti e la fragranza e’ stupenda. Per quanto mi riguarda, purtroppo dubito di ricomprarli, ma sono contenta di averli provati!

Garnier Ultimate Blends
Garnier Ultimate Blends

Oltre al Tesori al Miele, qui a Londra si trovano anche le seguenti linee

  • The Sleek Restorer – Per capelli secchi e crespi a base di noce di cocco. Di questa si trova in venidta anche l’olio e la maschera
  • The Colour Illuminator – Per capelli colorati, a base di argan e cranberries
  • The Nourishing Repair – Per capelli molto secchi e danneggiati, a base di avocado e burro di karite
  • The Marvellous Transformer – Per capelli molto secchi e sfibrati a base di argan e camomilla
  • The Silky Smoother – Per capelli con doppie punte, a base di latte di vaniglia e papaya. Di questa fragranza ho comprato lo shampoo secco, la cui review sara’ la prossima settimana
  • The Shine Revitiliser – Per capelli normali al limone e tea verde
Scaffali da Boots
Scaffali da Boots

Insomma ce n’e’ per tutti i gusti. Vi parlerò del Nourishing Repair tra qualche settimana!

Ora vado a leggere che han scritto le altre ragazze e vi invito  fare altrettanto.

Ciao Stelline alla prossima e grazie ancora per aver letto l’articolo.

Pubblicato in: Belle Stranezze, Londra, Bellezza e Dintorni, Viso e Corpo

Usereste il rasoio sul viso?

27 Marzo 2015

Face shaving
Qualche giorno fa leggevo un articolo molto particolare su una nuova moda in fatto di bellezza che si sta diffondendo qui a Londra negli ultimi mesi.

Si tratta di una forma di esfoliazione del viso che consiste nell’uso del rasoio con una sola lama, sulla superficie del viso. La presenza di una sola lama facilita la rimozione dei peletti più piccoli e allo stesso tempo la rimozione dello strato superficiale di cellule morte della pelle, che ne conferisce un aspetto più illuminato e fresco.

Io sono cresciuta con l’idea che il rasoio faccia crescere i peli più spessi e più recidivi. Che sia un mito o meno non mi sono mai posta il dubbio. Tuttavia ho sempre rifuggito a questa pratica non solo sul viso ma in generale su tutto il corpo. Anche se devo ammettere quando ho fatto i trattamenti di IPL (luce pulsata), la peluria è sempre accorciata tramite rasoio.

Che ora venga utilizzato per esfoliare, mi sembra ancora difficile da capire. Sembra comunque una di quelle pratiche da fare due volte al mese con movimenti dal basso verso l’alto. La promessa è una pelle liscia e illuminata, ma solo con rasoio ad una lama!

Indovinate dove questa pratica ha avuto origine? Non può che essere in Giappone, come al solito, perche alcuni dei trattamenti più strani hanno origine nella terra del Sol Levante.

Dal mio modesto punto di vista, direi che posso continuare con i miei normali esfolianti.

Fatemi sapere come la pensate al riguardo, chissa che non stia perdendo qualcosa di realmente valido!

Ciao Stelline alla prossima e grazie per aver letto

Trovate Bellezza in the City anche su twitter, facebook, pinterest e instagram!

Pubblicato in: Viso e Corpo

Clarins e il mio mega haul!

26 Marzo 2015

wpid-wp-1426316956344.jpeg
Circa due settimane fa, prima di partire, sono andata in centro a fare due passi. Mentre aspettavo mio marito, ho deciso di intrattenermi in una delle mie attività preferite: shopping! Tra i diversi negozi, sono andata da Debenhams in Oxford Street, uno dei negozi a cui dedico sempre del tempo, anche se non ne ho. Casualmente e senza molta difficoltà, sono stata bloccata dalla sales person della Clarins, mentre mi aggiravo indisturbata tra i diversi scaffali della zona dei prodotti di bellezza. Purtroppo per il mio portafogli, non c’e’ voluto molto per conquistarmi e conquistare una vendita, o una haul vera e propria dovrei dire!

Ho comprato due prodotti ma sono rientrata a casa con un bustone ricco e questo perche con l’acquisto di due prodotti ho avuto in omaggio dei campioni in formato full size. Clarins come la Clinique periodicamente promuove simili offerte promozionali, complici alcune ricorrenze particolari, come in questo mese si festeggia qui nel Regno Unito, la festa della Mamma, che quest’anno è caduta il 15 Marzo.

Ecco cosa ho comprato

  • La confezione regalo della famosa Eau Des Jardins, che contiene lo spray per il corpo, una crema per il corpo e il doccia schiuma in formato da viaggio e che trovate qui.
  • La confezione con il latte detergente per il viso Velours e il tonico Iris, che contiene anche una campione dello struccante per occhi e una pochette da viaggio bianca. La Cleansing Vanity for Combination to Oily Skin costa 22£ e la trovate qui

Con queste due confezioni, ho ricevuto in omaggio i seguenti prodotti

  • Exfoliating Body Scrub for smooth skin con polvere di bamboo da 100ml
  • One step Gentle Exfoliating Cleanser per il viso, con estratti di arancia da 50ml
  • Body Lift Cellulite Control per combattere la cellulite più ostinata da 100ml
  • Tonic Body Oil Treatment con estratti vegetali da 30 ml
  • Face Oil, olio per il viso agli estratti vegetali da 3 ml

Vi presenterò pian piano tutti i prodotti che ho acquistato e che ho ricevuto in regalo. Qui mi limiterò a fare delle considerazioni sui prodotti in generale e l’azienda.
Come ho detto, Clarins, cosi come Clinique, alterna durante l’anno, delle fasi di promozioni e offerte speciali, in cui con l’acquisto di almeno due prodotti, vengono regalati degli altri prodotti a scelta per la promozione e la conoscenza da parte delle loro clienti. Il loro marketing infatti si basa più sulla conoscenza dei suoi prodotti tramite la distribuzione di prodotti campione, piuttosto che ricorrere a testimonial particolari e celebrities. In un certo senso questo riflette la filosofia dell’’azienda, del consolidamento della fiducia da parte del cliente e conquista della loro fedeltà al prodotto e all’azienda.

Nonostante non ricorrano a testimonial particolari, Clarins si trova praticamente ovunque e i loro prodotti sono presenti sia nei grandi centri come John Lewis, Debenhams and House of Fraser, ma anche da Boots, nei duty free e si trova all’estero ovunque, anche in Africa!

wpid-wp-1427492179629.jpegPerche questa marca mi piace? Che sia over confidence o perche effettivamente i loro prodotti funzionano realmente? I prodotti Clarins fanno parte della categoria medio alta, sono abbastanza cari, pero’ a mio avviso sono molto validi. I suoi punti forte, non solo dei prodotti, ma dell’’azienda in generale, sono la continua innovazione, la storia, i suoi ingredienti naturali.

Adoro anche il modo in cui i prodotti devono essere utilizzati per sfruttare al massimo il loro potenziale. Un esempio: l’olio per il viso deve essere usato solo la sera prima di andare a dormire. Si stende sul viso con le mani umide con forti pressioni che contribuiscono all’assorbimento dell’’olio.

In generale la loro presenza è costante nei negozi e il loro staff decisamente ben preparato alla vendita. Inoltre il fatto che vengano regalati prodotti in formato campione, contribuisce a creare quel senso di appartenenza e costanza al brand che ci accompagna come consumatori.

Detto questo, proverò nelle prossime settimane a presentarvi la mia esperienza con questi prodotti. E voi, che opinione avete di Clarins? Promossa o bocciata?

Fatemi sapere

Ciao Stelline alla prossima

Pubblicato in: Makeup, Viso e Corpo

Primer Viso: L’Oreal Studio Secrets Professional

20 Marzo 2015

Studio Secrets Professional Primer di L'Oreal
Studio Secrets Professional Primer di L’Oreal

Il primer è il prodotto del secolo, un’invenzione che promette una pelle perfettamente liscia e un trucco che dura quasi tutto il giorno.

Sul mercato ne sono presenti una marea, di tutti i tipi e per tutti i gusti.

Io nella mia più completa ignoranza avevo comprato tempo fa il primer Studio Secrets Professional di L’Oreal, e spero

che l’azienda non me ne voglia ma a mio avviso è tra i ambigui che abbia mai provato sulla mia pelle. Vi spiego il perché!

La confezione è molto molto carina e il prodotto si presenta come una cremina color rosa pallido molto cremosa. Si stende una minima parte sul viso e si deve lavorare molto prima di arrivare all’effetto finale. Vedete nella foto qui sotto la mia dimostrazione sulla mano in quattro fasi, dalla stesura all’effetto finale prima del fondotinta. La fase della stesura è fondamentale perché se non stendete bene, lascia una patina bianca, se ne mettete in eccesso vi da l’effetto come di una maschera mal tolta.

wpid-2015-03-12_18.26.23.jpg

Il primer compie il suo lavoro alla perfezione, copre e riempie ogni minima ruga e imperfezione. Come base per il trucco è perfetta perche poi il fondotinta si stende più facilmente e dura più a lungo.

Questo prodotto è ambiguo come ho detto, perché se da un lato è perfetto per la base del trucco, dall’altro ha effetti non piacevoli sul viso o almeno sul mio. Su di me infatti lo trovo estremamente comedonico, ostruisce i pori e la conseguenza naturale è l’esplosione di brufoli!

Primer Viso: L’Oreal Studio Secrets Professional
Primer Viso: L’Oreal Studio Secrets Professional

L’ho comprato perché mi sono letteralmente fatta abbindolare dalla commessa che mi ha convinto dicendo che fosse tra i primer più venduti al mondo. Costa 14.29£ e si trova in vendita in qualsiasi negozio che venda l’Oreal tra cui Boots, che vi segnalo qui.

Se volete acquistarlo, vi consiglio di usarlo solo per degli eventi importanti perché vi garantira una pelle liscissima, pero non abusatene e non usatelo ogni giorno e fate in modo di detergere il viso in maniera molto profonda dopo l’uso.

Questa è almeno la mia esperienza e voi che ne pensate? Lo avete provato? Quali primer preferite? Ne avete uno in particolare da consigliare o che vi ha colpito?

Fatemi sapere. Ciao Stelline e grazie per aver letto

Verdetto: da scartare

Pubblicato in: Londra, Bellezza e Dintorni

Quali catene Italiane sono presenti a Londra

18 Marzo 2015

wpid-wp-1425838574152.jpeg
Se passeggiate per le strade del centro di Londra, come Oxford Street o nei grandi centri commerciali, vi colpirà senza dubbio il fatto che molti negozi, quelli appunto nella high street si ripetano. Londra è famosa per il franchising, dall’abbigliamento, ai supermercati, alla fotografia, edicola, elettronica, libri, fino a passare per ristoranti e cafes. La lista si allunga ai più svariati settori. Ciò implica una serie di vantaggi, tra cui il prezzo fisso e il fatto che sappiate, ovunque voi siate, cosa ordinare e cosa aspettarvi dal vostro ordine. Ci sono tuttavia anche una serie di inconvenienti, tra cui la monotonia e la ripetitività dei prodotti a discapito della realtà locale.

In questo contesto, non vi stupirà notare come pian piano si stiano diffondendo molti negozi e catene tipiche italiane e di brand italiane. Eccovi alcuni esempi presenti nel panorama londinese.

Carpisa, il mio favorito, in fatto di borse. A Londra, si è ritagliato uno spazio in Oxford Street, per vendere borse di stile ma a poco prezzo! Il negozio è sempre strapieno e i saldi sono molto regolari!

GEOX, vogliamo parlare di scarpe di stile? Tra Oxford Street e Marble Arch mi sa che ne ho contato 4 dei loro negozi.

Kiko Cosmetics, forse tra tutti, è quello che sta avendo una più rapida espansione e in poco tempo ha aperto 3 rivendite a Londra, un sito online made in the UK, e un negozio di prossima apertura ad Oxford!

Diversi sono invece i negozi di lingerie, aperti negli ultimi anni, tra cui Intimissimi, GoldenLady, Calzedonia eTezenis

Ancor di più sono i negozi di abbigliamento, dalla Benetton alla Sisley passando per le grandi brand come Armani, Dolce&Gabbana, Valentino, Prada, Versace, Bottega Veneta per citarne alcuni.

Di certo è positivo e credo sia dato dal fatto che ormai non è più un’opzione di scelta ma una vera e propria necessita per le aziende italiane quella di espandersi all’estero e non mirare solo al mercato interno. Questo è un trend che in un certo senso va di pari passo con il fenomeno dell’’emigrazione da parte degli Italiani. Tra l’altro negli ultimi anni ho notato questo fenomeno crescere sui territori prima ignorati dalle aziende italiane, come l’Africa sub sahariana.

Il fenomeno di crescita della presenza delle aziende italiane a Londra non si vede solo nel settore dell’’abbigliamento o della bellezza ma anche negli alimentari. Lavazza è ormai di casa da anni, cosi come la Illy, De Cecco, l’Agnesi, la San Pellegrino, la Peroni, la Galbani, la Sacla e ultimamente anche Giovanni Rana ( che tra l’altro ha l’ufficio a Londra nel mio stesso edificio!) e la Barilla. Nelle cucine e bagni, come la Natuzzi e ovviamente le autovetture come la Fiat, la Iveco e la Piaggio. In fatto di macchine, una curiosità vi dico che la Lancia Ypsilon qui è venduta come Crysler!

I cafe invece hanno nomi italiani come Costa o Cafe Nero, ma non hanno nulla a che vedere con le aziende italiane!

Come conclusione finale, condivido il mio pensiero sul fatto che il numero di prodotti e aziende italiane cresce non solo per via del processo di internazionalizzazione delle aziende ma anche per via dell’’aumentare dei residenti Italiani nel Regno Unito. Purtroppo non sono riuscita a recuperare nessun dato ufficiale per confermarlo, ma credetemi la presenza italiana aumenta di giorno in giorno! Un esempio: nella mia azienda su 20 persone, 3 sono Italiane!

Spero che la Wjcon, la Collistar, Bottega Verde, L’Erbolario, la Pupa, Neve Cosmetics e tutte le altre aziende Italiane di bellezza che non posso acquistare qui leggano il mio articolo e presto confermino l’apertura di una loro rivendita a Londra!

Grazie mille per aver letto e vi confermo che questo articolo e’ il risultato di una serie di opinioni e riflessioni mie personali.

A presto Stelline

Laura

Pubblicato in: Tag

Tag – Prodotti Bio

17 Marzo 2015

wpid-wp-1426280676596.jpeg

Prima di tutto mi devo assolutamente scusare con le tre ragazze che gentilmente mi hanno taggato in questo post cosi carino sui prodotti bio – la mia wishlist.

Grazie mille per aver pensato a me Marty di LifeisBetterwithMakeup; Lucilla di ElleasLucilla e Debora di Paranoidebs.

Il tag è stato creato da Apricot Skin che vi segnalo qui. Le regole sono semplici

  1. Pubblicare un post scrivendo la nostra Bio wishlist per il 2015
  2. Citare il blog che ha creato il tag e ringraziare chi vi ha nominato
  3. Taggare almeno 7 blogger e informarle del tag.

Potete partecipare al TAG anche su Instagram utilizzando l’hashtag #lamiabiowishlist2015 e taggando il profilo da cui proviene il tag (#apricotskin) e chi vi ha invitati.

E veniamo alla mia wishlist.

Devo essere completamente sincera, io controllo spesso cosa metto sulla mia pelle, se i prodotti sono adatti ai vegetariani se sono cruelty free, se sono naturali e organici. Tuttavia non sono una fanatica e sono molto liberale, nel senso che provo tutto purche sia vegetariano e naturale.

Non sono un’esperta di prodotti bio, ma più leggo altre blogger più sono attratta. Non ho una wishlist di prodotti solo bio. Ho pubblicato la scorsa settimana la mia wishlist per la primavera 2015 che vi segnalo qui.

Quindi non avendo una vera e propria wishlist vi vorrei segnalare alcuni prodotti bio e naturali che ho provato in passato e di cui ho scritto dei post

  • Urban Veda – che uso regolarmente e di cui vi ho parlato qui qui
  • Naobay – di cui uso regolarmente il latte detergente, la cui recensione trovate qui
  • Himalaya Herbals di cui vi ho parlato qui e qui
  • Supergoop e la sua fantastica cc cream qui 
  • Caudalie di cui ho provato il Beauty Elixir and la crema viso Vinoperfect
  • Akane di cui vi ho presentato la maschera viso qui
  • Balance Me che adoro qui

E ora nomino le seguenti blogger per scoprire quale sia la loro biowishlist

Colgo l’occasione per segnalarvi una curiosita. Oggi è St Patrick ‘s Day, il santo patrono dell’’Irlanda, che e’ festeggiato anche qui a Londra, per via dell’’alto numero di Irlandesi residenti qui. Quindi eccovi il mio trifoglio per voi!

wpid-wp-1426280594535.jpegGrazie mille per aver letto

Ciao Stelline alla prossima

Pubblicato in: Londra, Bellezza e Dintorni

Cosa porto con me in aereo durante i viaggi a lunga distanza

16 Marzo 2015
Sto preparando la valigia per un altro dei miei lunghi viaggi. Vi avevo accennato in passato che lavoro per un’azienda che organizza e gestisce conferenze ed eventi in mercati emergenti, soprattutto in Africa. Io in particolare sono responsabile dello sviluppo e implementazione dei progetti nella zona Est e Sud dell’’Africa. Viaggio spesso in paesi come Zambia, Uganda, Sud Africa, Kenya, Etiopia e cosi via. Il mio lavoro è molto interessante e mi piace molto, nonostante alti e bassi e nonostante a volte il da farsi è esageratamente troppo!

L’aspetto più gradevole per me sono i viaggi, perche riesco sempre ad unire l’utile al dilettevole. Al tempo stesso, quando questi diventano molto frequenti, l’aspetto più gradevole può diventare quello più stancante. Ci sono dei periodi in cui sono in viaggio almeno una volta al mese per più di una settimana!

Perche la zona di cui mi occupa non è esattamente molto vicina, spesso e volentieri rimango in aereo tra le 8-12 ore. I viaggi a lunga distanza hanno implicazioni sul nostro corpo e col tempo ho imparato ad osservare alcuni accorgimenti per arrivare a destinazione fresca e riposata e pronta per la giornata lavorativa. In particolare, uno degli effetti della pressione e’ la disidratazione non solo del corpo ma anche della pelle e dei capelli.

I viaggi a lunga distanza o long haul come li chiamiamo qui possono essere diretti ma il più delle volte dobbiamo fare scalo in qualche altro paese e io preferisco Kenya o Etiopia o Sud Africa per poi prendere l’interconnecting flight per la mia destinazione finale. Sarei lieta di condividere le mie avventure e disavventure quando viaggio perche credo di averne viste di tutti i colori.

wpid-wp-1426436765407.jpeg

In genere prediligo i viaggi notturni, perche almeno posso dormire in aereo e in genere viaggio economy class!

Vi racconto questo come premessa per il post di oggi. Dal momento che rimango in aereo per almeno 8 ore, ne approfitto per organizzare una piccola mini spa e mi preparo al meglio per il viaggio e soprattutto per l’arrivo.

Detto questo ecco la mia routine in volo e cosa porto con me in cabina!

In genere metto tutto in una pochette trasparente, come quella che vedete in foto, per due ragioni: la prima è perché cosi vedo e trovo subito cosa c’e dentro e la seconda perché cosi non devo usare le bustine trasparenti che consegnano in aeroporto e cosi riduco i tempi al controllo di sicurezza.

wpid-wp-1426413633787.jpeg

Dopo l’imbarco non faccio nulla fino a quando il segnale di allaccio delle cinture di sicurezza si spegne e ciò significa che siamo ad alta quota. La mia spa routine comincia qui.

Comincio in genere dai capelli. Prima di tutto massaggio il cuoio capelluto con una soluzione rivitalizzante e al momento sto usando Invati di Aveda, perche contribuisce anche a limitare la caduta dei capelli! Poi continuo massaggiando una crema o un olio per capelli, dipende da ciò che ho disponibile. In passato ho usato la Phyto 7 day cream, e stavolta sto portando l’Agave Healing Oil e quello di Caudalie Divine Oil. In genere ho le normali confezioni in casa, che poi decanto in confezioni più piccole e facili da portare in aereo, rispettando le normali regole per il trasporto dei liquidi in cabina. Dopo questi due passaggi, faccio in modo di raccogliere i capelli in una coda di cavallo o in un bun, cosi che non mi cadranno sul viso durante il viaggio.

Poi continuo la mia routine, con la seconda fase che e’ quella dedicata al viso. Comincio con il rimuovere il trucco con il mio fidato Naobay Milk Cleanser e i dischetti di cotone. Completo la rimozione usando il Bioderma o un’altra soluzione micellare. Dopo che la pelle è asciutta, metto su una maschera viso notturna, superidratante come Akane Face Mask di cui vi avevo parlato qui in passato. La maschera lascia dei residui mentre si asciuga, quindi prima di atterrare bisogna risciacquare il viso molto bene con l’aiuto di una spugnetta o di un panno. Finisco poi con un balsamo idratante per le labbra, come il fantastico Dr Lipp.

Infine, durante la terza parte mi occupo delle mani. In genere comincio con mettere una soluzione specifica per le cuticole come la OPI Cuticle Oil To Go di Avopex che ho in confezione da viaggio e poi una crema idratante per le mani e io amo la Dove Pro Age Deep Care Complex.

Intendiamoci, non è necessario fare tutto questo, ma io lo faccio sia per far passare il tempo sia per mantenere alta l’idratazione e ridurre gli effetti e le conseguenze della pressione in cabina, perche appunto viaggio spesso.

Subito dopo, metto la maschera per gli occhi, il cuscino gonfiabile e sono pronta per dormire. Poco prima dell’’atterraggio, risciacquo il viso dalla maschera e metto su un po di spray per il viso Caudalie Beauty Elixir e una CC cream e al momento ho Almay Smart Shade CC Cream nella tonalità 200!

Nello stesso kit, ho anche uno specchietto, dentifricio e spazzolino da denti da viaggio, il sanitizer per le mani di Carex, della camomilla solubile (non si sa mai, mi venga mal di stomaco!) e delle salviettine.

wpid-wp-1426435857516.jpeg

Buon viaggio, io parto per uno dei miei paese preferiti, il mio secondo paese di adozione dopo il Regno Unito. Grazie Zambia

Ciao Stelline alla prossima

Laura

Pubblicato in: Londra, Bellezza e Dintorni, The Point of reView: Blogger Club

The Point of reView: Spring Wishlist

14 Marzo 2015

wpid-wp-1426200945734.jpeg

Finalmente ci siamo, ecco il primo articolo del nostro blogger club, The Point of reView a cui fanno parte come già sapete Sara di Mi Piace un Tot, Francesca di Trucco Senza Inganno  e Francesca di Cerambijoux. Sono lieta di dirvi che al gruppo fa ufficialmente parte da ora anche Kami, di Un’estetista tra i Mulini, a cui do un caloroso benvenuto a questa iniziativa.

Il primo articolo cade a qualche giorno dall’avvento della primavera, che a mio dire, timidamente si fa vedere e sentire qui a Londra. Pero’ amo questo periodo, le giornate sono molto più lunghe, il sole splende e il cielo è azzurro. Non può che farmi piacere scrivere qualcosa che riguardi le prossime settimane e che celebri a suo modo la nuova stagione. Quale modo migliore per cominciare The Point of reView: Blogger Club!

L’inverno è finalmente alle spalle, con quest’articolo quindi vi parlo di cosa ho avvistato per la primavera in fatto di bellezza qui a Londra e cosa penso di acquistare nel prossimo futuro. Vi rimando anche ai blog delle altre ragazze per scoprire quali invece siano i loro propositi primaverili e i loro “avvistamenti”.

Per questa primavera ho visto sul mercato diversi prodotti sia nel mondo della bellezza sia nel fashion. I colori predominanti sono, manco a dirlo, i pastello, dal celeste, al crema al rosa. Non vi nego che io non ne sono una grande sostenitrice, perche preferisco i colori più scuri pero siamo a primavera quindi ci stanno!

Comunque, nel mio radar ho avvistato questi prodotti makeup e beauty che stanno aspettando solo un po’ di budget a disposizione da parte mia!

New Glow Mist di Pixi by Petra Instant Light Lip Comfort Oil, di Clarins Gosh Cosmetics - Primer Set CC Cream Cushion System della Kiko Cosmetics

Benefit Roller Lash della Benefit

  • New Glow Mist di Pixi by Petra, uno spray per il viso composto da oli essenziali, propoli e argan. Si può usare su tutti i tipi di pelle, sia prima del trucco sia dopo, per rinfrescare e rinvigorire. E’ idratante e da un bel colorito radioso al viso, a loro dire. Costo 18£ e lo trovate qui.
  • Instant Light Lip Comfort Oil, di Clarins un olio idratante per le labbra, molto insolito. Garantisce idratazione e una leggera brillantezza. Costo 18£ e lo trovate qui.
  • CC Cream Cushion System della Kiko Cosmetics. Questo mi sembra un prodotto a meta strada tra il fondotinta e la cc cream e ha un SPF 25. Si presenta in 6 colorazioni, spero di trovare la mia! Costa 15.90£ e si trova qui.
  • Benefit Roller Lash della Benefit non può mancare! Costo 19.50£. Che altro dire se non lo devo comprare, visto che ne parlano già tutti e tutte abbastanza!? Lo trovate qui.
  • Primer Powder della Gosh Cosmetics. E’ il primo primer in polvere che funge anche da fissante dopo la base di fondotinta, è traslucido e l’ho avvistato negli scaffali di Superdrug da qualche settimana. Costa 9.99£ e lo trovate qui. Non sarà sugli scaffali per molto tempo e credo troverà presto felice sistemazione nel mio beauty case!

REN Glycolactic Radiance Renewal Mask OPI in Hawaii 2015 Nail Polish Collection - Just Lanai-Ing Salviettine assorbi sebo della Muji Supergoop, City Sunscreen Serum Wella SP Sun UV Protection Spray

A questi aggiungerei altri prodotti di bellezza. Visto appunto che la primavera e il primo sole sono alle porte direi che ho bisogno di

  • Una protezione solare e ho scelto quella della Supergoop, City Sunscreen Serum con SPF30. Vi avevo già parlato di questa marca qui, mi è piaciuta parecchio quindi il siero mi sembra una buona scelta. Costa 35£ in vendita qui.
  • Un esfoliante per la pelle e andrò per il REN Glycolactic Radiance Renewal Mask da 50 ml. Non è un prodotto nuovo nel mercato, l’ho provato in passato e mi piace. Vi faro la recensione al più presto. Costa 25.60£ e lo trovate qui
  • Smalto per unghie di OPI in Hawaii 2015 Nail Polish Collection – Just Lanai-Ing, costa 7.95£ Bel colore, molto prossimo ai miei gusti che trovate qui.
  • Salviettine assorbi sebo della Muji, che in realtà ho già comprato, ma vi segnalo perche molto valide. Ideali per assorbire sebo in eccesso dal viso durante le prime giornate calde. Costa 1.95£ e lo trovate qui.
  • Infine, la protezione solare per capelli e ho scelto la Wella SP Sun UV Protection Spray e costa 11.95£ qui

Direi che chiudo la mia wishlist cosi, altrimenti la lista potrebbe allungarsi ancora e non mi basterebbe ne’ un solo post ne’ uno solo stipendio!

Buona Primavera a Tutte!

Ciao Stelline alla prossima e fateci sapere i vostri commenti

Pubblicato in: Londra, Bellezza e Dintorni

Wilko Wilko!

13 Marzo 2015

Negozi Wilko
Negozi Wilko

Durante lo scorso weekend sono stata a Watford, una cittadina nell’Hertfordshire, a circa 15km a nord ovest di Londra e che sta all’interno della grande motorway o autostrada M25. Da casa mia non è lontana, circa 15 minuti, passando appunto per la M25. Le città nella cinta esterna di Londra sono molto carine e molto ben collegate con treni e mezzi pubblici soprattutto per chi compie il daily commute ogni giorno per andare a lavorare.

Nell’Hertfordshire, Watford è probabilmente una delle cittadine più grandi e soprattutto accolgono molti shoppers della zona. Watford è popolare soprattutto per i negozi e i centri commerciali. A me piace in particolare il centro di Intu Watford, dove si trovano tutti i negozi della high street, ma anche qualche designers. In questa cittadina, ho comprato il mio bel vestito da sposa, quindi giusto per farvi capire quanto mi piaccia. Io vivo in una zona periferica a Nord di Londra, quindi per fare shopping quando non mi va di scontrarmi con centinaia e centinaia di persone in centro città, vado a Watford.

Qui trovate tantissima scelta e in particolare oggi vi parlo di un negozio che si chiama Wilkinson e che solo recentemente si e’ ribrandizzato Wilko!

E’ un negozio specializzato in prodotti per la casa: quindi si possono trovare dai detergenti, a utensili per la casa, la cucina e il bagno, o piccolo giardinaggio, Insomma un po di tutto. La versione italiana potrebbe essere quella di Saponi e Profumi in Sardegna, Cad Bellezza e Igiene per il Nord, la Saponeria e lascio a voi la scelta!

In fatto di beauty e makeup, i Wilko non sono molto forniti. Trovate soprattutto i prodotti da supermercato e drugstore.

Essence in Wilko
Essence in Wilko

Nonostante ciò esistono tre ragioni per cui io ci vado. La prima è la linea di prodotti brandizzata Wilko, costa pochissimo ed è relativamente valida, sia per i doccia schiuma, sapone per le mani e cosi via.

La seconda è per il range di accessori per capelli e trucco, veramente molto economici, da forcine, a bigodini, pochette etc.

La terza e più importante ragione è che Wilko e’ l’unico negozio a Londra a vendere i prodotti della Essence! Hanno un bellissimo e stranamente molto ordinato stand per soli prodotti Essence. Cosa si puo voler di più da un negozio, dico io!

Essence in Wilko
Essence in Wilko

Comunque, se vivete a Londra, cercate i vostri Wilko più vicini, in genere sono nei presi dei centri commerciali cittadini delle zone sub-urbane. Si possono fare dei grossi affari! Vi lascio anche il link al loro website per saperne di più e godere di qualche offerta!

A presto Stelline, alla prossima!

Laura