Pubblicato in: Bellezza, Londra, Bellezza e Dintorni

Le serie che mi hanno accompagnato nel 2016

 

27 Gennaio 2017

 Netflix.jpg

Il 2016 è stato per me l’anno della scoperta di Netflix e di Amazon Prime. Lo so, potevo arrivarci prima, però, ehi, cosi è! Diciamo che non ho mai seguito serie TV, almeno non cosi tanto da quando ho l’abbonamento ad entrambi i canali. Un pò perchè a Londra, le serie di questo tipo sono trasmesse quando io non posso vederle oppure semplicemente perchè non sono una fan della TV, non ho Sky e non amo cercare e ricercare in streaming i vari programmi, mi scoccio e penso sempre di perdere del tempo prezioso. Pigrizia latente per chi non lo avesse capito!

Parlando con diversi amici, alla fine ho deciso di fare l’abbonamento e francamente non me ne sono pentita! Anzi. Chissa dove ho vissuto tutto il tempo senza Netflix.

Con l’articolo di oggi vorrei parlarvi brevemente delle serie TV che mi hanno accompagnato nel 2016, quali ho visto, quali mi sono piaciute e perchè. Tenetevi pronte perchè la lista è lunga! Non vi faccio tutta la recensione, perchè questa la lascio agli esperti!

Senza alcun ordine particolare, le serie che ho visto sono

House of Cards – La mia serie per eccellenza del 2016, ho visto le 4 serie praticamente una dietro l’altra. Adoro i personaggi e i due attori, Robin Wright e Kevin Spacey, nel ruolo di Mr e Mrs Underwood li impersonano nel migliore dei modi. Adoro i complotti politici e le dinamiche che si creano nella casa bianca, al punto da dare gli strumenti giusti per capire come le elezioni di Donald Trump siano potute avvenire. Inspiring! Su Netflix.

Goliath – La storia di un “piccolo” avvocato che accetta un caso contro uno studio legale famoso e potente in California, con tanto di faccende familiari e storie di precedenti partnership da fare da corollario. La fine è scontata, ma è una breve e piacevole serie il cui messaggio per me è : non ha importanza quanto piccolo tu sia, puoi sempre vincere e sconfiggere il mostro! Da vedere su Amazon Prime.

Young Victoria – L’unica serie televisiva che ho visto in TV, la storia della giovane regina Victoria, di come sia passata tutta d’un tratto dall’essere bambina all’essere regina, tra trame di corte e amore per Albert. Diciamo che la serie è ben fatta, e ritrae la figura di una delle regine più forti e simboliche della storia inglese in maniera chiara e soprattutto umana. La consiglio vivamente.

Crown – I primi anni del regno delle due regine inglesi più importanti nella storia inglese è stato il tema ricorrente nel 2016. Questa serie The Crown su Netflix, descrive la storia dei primi 10 anni di regno dell’attuale Regina Elisabetta, dei conflitti familiari, del ruolo del Principe Philip, la sua relazione con la sorella Margaret e in generale i misteri e le vicissitudine di corte, che mostrano l’aspetto umano dei reali. Very English way. La consiglio vivamente.

Outlander – Ho adorato la prima serie di Outlander, ma la seconda per me è stata una delusione totale. Penso di aver apprezzato solo le ultime puntate. Vi dico di più non sono neppure una grande fan dei libri della Gabaldon. La prima serie mi piace perchè mostra una donna forte, combattiva, sempre in prima linea, in una realtà difficile come la Scozia del 1700. Ma è soprattutto la storia d’amore tra lei e il giovane Jamie Fraser (Scozzese, bello come non mai) che mi ha colpito, nel districarsi di avvenimenti storici più o meno veritieri. Purtroppo la seconda serie non è all’altezza delle stesse aspettative per quanto mi riguarda. Mi deludono sempre quando la storia si dirama troppo e perde un pò il filo conduttore. Non so se ci sarà la terza serie, ( la fine della seconda lo lascia presagire) e spero sia un ritorno alla Scozia della prima serie. Anche questa su Amazon Prime.

The Girlfriend experience – Questa è un adattamento ad un altro film con lo stesso nome. È la storia di una ragazza di provincia che studia Legge all’università per arrotondare, decide di seguire i consigli di un’amica e diventa una escort/prostituta di alto livello. Intelligente, scaltra e ambiziosa, riesce a incastrare uno dei capi dello studio legale dove lavora come intern e ottiene milioni in compenso. Ci sono diversi punti di riflessione nella serie anche se a tratti diventa pesante. Non mi è dispiaciuta. Su Amazon Prime.

Stranger things – È stata ribattezata come la nuova Stand By Me dell’anno, dove protagonisti sono dei bambini che incontrano 11, una bambina con poteri particolari, che è stata oggetto per anni di esperimenti in un laboratorio vicino. La storia comincia con la scomparsa di un bambino, rapito da un mostro e portato in una realtà parallela. Tra realta e paranormale, tra tensione e storia. Altamente addictive! Lo consiglio vivamente. Su Netflix.

The Collection – Questa serie ha solo 8 episodi ed è uscita su Amazon Prime. È ambientata nella Parigi del dopo guerra e ha come protagonista un’azienda familiare di alta moda per la produzione di abiti da donna. La storia si evolve e ci sono colpi di scena cosi come intrighi e misteri, con tanto di omicidio, politica e coinvolgimento nella guerra. Vengono trattati anche una serie di problematiche importanti e delicate per quel periodo, ma allo stesso tempo contemporanee: il fratello omosessuale, l’impiegata incinta costretta a cedere il figlio alle suore, con un femminismo che la porterà a fare carriera come modella. Insomma una trama fitta, una storia che si svolge a pieno ritmo e che mi sento di consigliare vivamente.

The returned – Se siete per le serie di paranormale ma non troppo, questa serie fa per voi. Un’adattamento ad una serie francese, questa ha per protagonista una serie di persone che ritornano in vita dopo essere morte per anni. Hanno ancora qualcosa in sospeso e per questo ritornano. Non sono malvagi e in realtà non si sa perchè ritornano. Il paese però è destinato a scomparire. La serie è del 2015, spero ci sia un seguito. Su Amazon Prime.

American Gothic – Storia familiare  nella ricca Boston anche questa con tanto di serial killer, omicidi, pazzia, soldi, politica e potere. Un miscuglio di elementi per una trama di una serie con tanto di suspence e colpi di scena che a tratti diventa anche umoristica. Da vedere su Prime

E ora ho appena cominciato Homeland, nell’attesa che nuove serie si presentino all’occasione.

Quali sono state le vostre serie preferite nel 2016? Quali aspettate con impazienza nel 2017 e perchè?

Ciao Stelline, grazie per aver letto e per essere passate da qui

 

Laura

 

 

 

 

 

Autore:

Un'appassionata di bellezza a Londra. Vi porterò a conoscere il mondo della bellezza londinese, dalle innumerevoli possibilità di scelta su prodotti, accessori, negozi, centri di bellezza parlando anche un pochino di gossip. Per tutte le Italiane e non che sognano e amano Londra. Per tutte coloro che ci vivono stabilmente o ci verranno di passaggio.

31 pensieri riguardo “Le serie che mi hanno accompagnato nel 2016

      1. Ho seguito, e mi sono piaciute, Sherlock Holmes, la serie british (e ora sto guardando Elementary, che sarebbe sempre lui, ma a NY), molto bella la serie Manhattan, carino The Americans. Bello il primo True Detective. Ho visto tutto Mad Man, ma ho lavorato a lungo nella comunicazione.

        Liked by 1 persona

  1. Preziosissimo questo articolo per un amante delle serie TV . Lo terrò da conto e andrò subito a cercarmi le serie sulla regina. I miei preferiti, oltre a Sherlock, sono stati Mister Robot che stra consiglio, perché ti tiene sempre sul filo tra il complotto politico e la follia del personaggio, Stranger Things per le atmosfere anni ’80 alla Spielberg.
    Bacio

    Liked by 1 persona

  2. Bell’articolo, vedrò sicuramente Stranger Things. Ti consiglio 13 Reasons why (che magari stai già vedendo), Mr Robot (come consigliato già da qualcuno) e poi Black Mirror assolutamente. Se poi non l’avessi già vista in passato, consigliatissima Prison Break (molto addictive, trama geniale, personaggi top). Buona visione

    Liked by 1 persona

  3. Stranger things la migliore in assoluto, non vedo l’ora che torni.
    The girlfriend Experience un buon tentativo, non centrato pienamente, le è mancato qualcosa secondo me. Sul tema però sto finendo di scrivere un’intervista, uscirà sul mio neonato blog stasera o domani al massimo!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...