Pubblicato in: Belle Stranezze

Strani ingredienti, strani prodotti – Parte 1a

15 Maggio 2015

Vi avevo accennato tempo fa di essere vegetariana. Lo sono ormai da 19 anni anche se per un certo verso lo sono stata tutta la mia vita! Devo dire che la carne mi ha sempre fatto impressione. La mia filosofia di vita si basa sul fatto che non vivo a spese degli animali e quindi non mangio alcun prodotto derivato dalla loro uccisione. Questa è una mia scelta personale, non impongo a nessuno il mio pensiero e non faccio storie per chi invece fa il contrario.

Ovviamente questo pensiero influenza molte delle mie scelte di vita e sono di conseguenza più conscia su cosa compro e su quali ne siano origine e composizione, anche se poi non sono una “fissata estremista”, per intenderci.  Quando acquisto qualsiasi cosa, controllo, per quanto sia possibile, se sia o meno “Suitable for Vegetarians”.

In linea con questa idea, mi sto interessando sempre di più agli ingredienti e alle origini dei prodotti di bellezza che compro. Nelle ultime settimane, svolgendo delle ricerche, mi sono imbattuta negli ingredienti più strani, alcuni dei quali ho anche provato, consciamente o inconsciamente e altri che sono davvero disgustosi.

Fate attenzione! Se siete schizzinose, questo articolo non fa per voi!

Ecco di seguito cosa ho scoperto.

Snail MucusBava di Lumaca

La bava di lumaca è ricca di proteine, collagene, acido glicolico, antibiotici e elastina. La combinazione di questi ingredienti svolge una funzione rigenerativa e idratante sulla pelle. I suoi effetti sono visibili dopo qualche settimana di utilizzo. È indicata per combattere discolorazioni della pelle, rughe, acne, cicatrici ma anche per conferire un aspetto più luminoso e sano al viso. Le lumache non vengono uccise o maltrattate nel processo di raccolta del muco.

Sul mercato esistono diversi prodotti a base di bava di lumaca. I più famosi sono Elicina, di cui vi avevo parlato qui e il Dr Organic Snail Gel, che qui a Londra si trova da Holland&Barrett, la catena di prodotti per la salute, naturale o quasi. Esistono anche maschere specifiche per il viso e sieri più intensi.

 

Veleno di Pungiglione di Ape

 

Il veleno di ape o tossina melittina provoca una sorta di shock sulla pelle, che stimola la circolazione sanguigna nella zona Bee Venomcon cui viene a contatto. Come reazione, il flusso sanguigno determina la produzione naturale di collagene e proteine come l’elastina.

I suoi benefici si vedono soprattutto nel trattamento delle pelli più mature affette da rughe, gonfiori e secchezza.

Sul mercato ho visto diversi prodotti a base di veleno d’api: Manuka Doctor Bee Venom Skincare, Rodial Skincare Bee Venom, Nip &Fab Bee Venom Face Cream (che tra l’altro fa parte del Gruppo Rodial, ma costa molto meno) e Heaven. Rodial è fra tutti il più costoso, intorno ai 150£ per confezione ma Nip&Fab che trovate anche da Superdrug è molto più economico.

Olio di fegato di squalo o squalene

SqualeneSqualene è un olio naturale che viene prodotto dal corpo, ricco di Omega 3 e antiossidanti. In natura si trova soprattutto nell’olio derivato dal fegato di squalo, ma si trova anche in quantità minime sia nell’olio d’oliva, riso, germe di grano etc.

Questo ingrediente agisce come lubricante delle pelle con conseguente miglioramento della sua consistenza e aspetto e conferisce una maggiore idratatazione. Tra le sue funzioni permette nello specifico alla pelle di non perdere idratazione e al contempo funge da barriera contro agenti esterni. È consigliato a chi soffre di acne, perchè contribuisce alla riduzione di sebo, ma anche contro le rughe, cicatrici e discolorazioni della pelle

Io l’ho visto come ingrediente nei prodotti Eslor, di cui vi avevo parlato qui, ma si trova anche nei balsami per capelli, rossetti, trucchi. In passato prodotti come L’Oreal, Clarins, Dove, hanno utilizzato la squalene ma hanno smesso di recente, per via delle proteste degli animalisti. Un altro esempio è Ahava Time to Revitilize Extreme Day Cream, Philososhy e Laura Geller.

 

Lanolina o Cera di lana di pecore

 

La lanolina è un emolliente naturale molto corposo che deriva dal sebo prodotto dalle pecore e che si trova in genere nella Lanolinalana. La lanolina per i suoi poteri idratanti si trova in tantissimi prodotti, sia per il lavaggio dei capi sia nella cosmesi, in particolare nelle creme idratanti, balsami, creme di protezione solare e makeup. Tra gli esempi pratici vi segnalo Burt’s Bees, Mavala, Weleda, Boots N7, Hawaian Suntan Oil, Carmex, Lorac, Maybelline, Garnier, L’Oreal, Dr Hauschka etc Io ho provato il balsamo per le labbra di Dr Lipp, a base di lanolina qui.

 

Placenta

La placenta si estrae dall’utero degli animali che stanno per essere macellati (Terribile!!!). È usata soprattutto come idratante nelle creme per il viso. Si dica sia ottima per le rughe, per la morbidezza dei capelli e per stimolare in generale la ricrescita cellullare, che c’entrino le cellule staminali? Comunque si trova qui nella La Bella Placenta & Vitamin E Moisturizing Shampoo with Panthenol

Midollo di osso di pollo

 

A quanto pare il midollo delle ossa delle galline è ricco di glucosamine, una proteina in grado di rinvigorire la pelle. È anche un antinfiammatorio, quindi indicato per trattamenti di acne e simili.

Mi ricorda anche la famosa pubblicta dei prodotti Cadey degli anni ‘ 90che però era a base di midollo di bue.

 

Albume d’uovo

 

L’albumina è presente appunto nell’albume dell’’uovo. È particolarmente ricca di proteine, utilizzate per combattere le rughe e nutrire la pelle. Se applicato come maschera, contribuisce alla riduzione dei pori allargati, delle rughe e rimuovere le cellule morte. Alcuni esempi di prodotti che contengono albume d’uovo sono gli shampoo e balsamo della OGX

di cui vi avevo parlato qui, ma anche PCA Skin e Cellex-C Advanced Skin Toning Mask.

 

GuanineScaglie di pesce o guanina

 

La guanina si ricava dale scaglie del pesce e si usa in alcuni prodotti come bagnoschiuma, profumi, detergenti e shampoo. Viene utilizzato soprattutto per conferire una colorazione ai prodotti e infatti la troverete negli ombretti, ma anche smalti per unghie e blush. Ha una consistenza e colorazione tale da permettere la coprenza di macchie rosse e per questo è contenuta in alcuni concealers e correttori per nascondere le macchie e brufoli del viso.

Si trova negli smalti di Revlon color Stay, Milani Nail Lacquer, Sally Hansem, Essie Nail Colour, Wet ‘n Wild Nail Polish, Orly Nail lacquer.

Pantenolo

Lo so, vi viene in mente Panthen, anche a me ha fatto lo stesso effetto. Il pantenolo è infatti usato soprattutto per shampoo e balsami per capelli per l’effetto ammorbidente e idratante, ma si trova anche nei mascara. Il pantenolo si ricava dal miele o dalla carne.

Si trova in prodotti della Panthen, L’Oreal, Aveeno, Jane Iredale, BareMinerals, Boots N7, Korres, Revlon, Cetaphil, Essence, Eucerin, Maybelline, NYX, Olay, Ahava.

Shellac

 

È la resina che si ricava da un insetto femmina rimosso dagli alberi. Si usa per lacche per capelli, smalti per unghie, soprattutto nei lacquers, mascara e lipsticks. Purtroppo questo porta all’uccisione dell’’insetto.

Shellac si trova nei prodotti Wet’n Wild, Lavera, Revlon, Maybellyne.

Non è tutto, ci sono moltissimi altri strani prodotti. Questo post sarebbe stato troppo lungo se li avessi inclusi tutti qui. Ho deciso di dividerlo in 3 posts. La seconda parte del post arriverà tra qualche settimana.

Credo che a prescindere dall’informazione su questi ingredienti strani e crudeli, la riflessione dovrebbe estendersi davvero a prendere coscienza di ciò che usiamo e di quali ne siano i costi per la natura. Alcune delle brands che ho citato fanno parte della categoria Bio, che di per sè va benissimo. Attenzione pero: Bio non sempre significa Cruelty Free. Sarebbe davvero il caso di estendere le nostre scelte considerando anche quest’aspetto. Cosa ne dite Stelline? Ci avevate mai pensato?

Alla prossima e grazie per aver letto l’articolo e Continuate a seguirmi.

Autore:

Un'appassionata di bellezza a Londra. Vi porterò a conoscere il mondo della bellezza londinese, dalle innumerevoli possibilità di scelta su prodotti, accessori, negozi, centri di bellezza parlando anche un pochino di gossip. Per tutte le Italiane e non che sognano e amano Londra. Per tutte coloro che ci vivono stabilmente o ci verranno di passaggio.

10 pensieri riguardo “Strani ingredienti, strani prodotti – Parte 1a

  1. Bello cara, grazie. Sarebbe carino se tu applicassi ai prodotti adatti ai vegetariani che recensisci un bollino di “qualità veg” . Vegetariani e vegani siamo sempre più numerosi ma non sempre riusciamo ad identificare gli ingredienti a noi sgraditi in ciò che acquistiamo!
    Baci

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...